Viaggi d'affari: come attrarre i business traveller

27.07.22 17:00 By HSL Hospitality

Prima della pandemia, il business travel era responsabile per il 70% del guadagno globale per gli hotel di fascia alta mentre tra il 55% e il 70% dei profitti delle compagnie aeree arrivava dai viaggiatori d’affari, che rappresentavano circa il 12% dei passeggeri. 

Secondo le ricerche di  GBTA – Global Business Travel Association, dopo un calo globale del 61% nel 2020 e altre battute d’arresto nel 2021, la spesa globale per i viaggi d’affari dovrebbe aumentare, grazie alla marcia in più data dalla domanda repressa, di un range dal 34% al 38% nel 2022, riportando la spesa globale per viaggi di lavoro a oltre 1 trilione di dollari, il che implica una ripresa al 66% rispetto al 2019.


GBTA prevede che la ripresa continuerà nel 2023, con la spesa globale in aumento del 23% su base annua poiché ci saranno ancora più viaggi internazionali e di gruppo.

Entro il 2024, si prevede che i viaggi d’affari globali si riprenderanno completamente, chiudendo l’anno a 1,48 trilioni di dollari, appena al di sopra della spesa pre-pandemia del 2019 di 1,4 trilioni di dollari. Nel 2025, si prevede che la crescita globale dei viaggi d’affari rallenti al 4,3%, appena al di sotto del tasso di crescita medio in 10 anni del 5,1% in arrivo nel 2020, finendo l’anno a una previsione di 1,5 trilioni di dollari.


Ma cosa dovrebbero fare gli albergatori oggi per attirare i viaggiatori business?

Ecco alcuni preziosi consigli:

  1. dai la priorità alla personalizzazione. I viaggiatori business sono sempre più eterogenei in termini di nazionalità, età e genere. La crescita della popolazione e la modernizzazione proseguono in modo spedito, traducendosi in un mercato business che non è composto solo da uomini maturi. Gli hotel devono dare la priorità a servizi personalizzati per soddisfare tutte le tipologie di viaggiatore corporate esistenti nel mercato.
  2. Non è necessario essere un marchio corporate. Se sei un marchio leisure, ma sei in grado di offrire soluzioni per i viaggiatori business, dovresti puntare su questo. Alcuni hotel lo fanno già e hanno aumentato le probabilità di occupazione del 100%.
  3. I servizi in tempo reale sono molto importanti. Adotta servizi in tempo reale e una maggiore integrazione. I viaggiatori business vogliono che tutto, dalla prenotazione al soggiorno, si svolga nel modo più rapido e semplice. Incorpora le migliori integrazioni del motore di prenotazione e del PMS disponibili per rendere le prenotazioni agili e veloci.
  4. I servizi automatizzati si traducono in dati migliori sugli ospiti. Un livello maggiore di servizi automatizzati fornisce una maggiore possibilità di raccogliere più dati sulle preferenze dei clienti. Raccogli più dati sui tuoi ospiti.
  5.  Amplia il tuo programma fedeltà. I programmi fedeltà sono ancora un benefit fondamentale in un hotel per i viaggiatori business. È importante non limitare eccessivamente le modalità di accumulo e riscossione dei premi, altrimenti rischiano di perdere di attrattiva.
  6.  I viaggiatori business amano usare le app degli hotel. Devi offrire un’assistenza adeguata su dispositivi e app dei viaggiatori. Se il tuo hotel non ha una app che i clienti possono usare per organizzare il loro viaggio, controllare le loro informazioni o richiedere assistenza, è arrivato il momento di pensare di svilupparne una.

  7. Concentrati sulle prenotazioni dirette, con il maggiore interesse delle aziende dovuto alla sharing economy. Dai la priorità alle prenotazioni dirette. Ottimizzare il proprio sito Internet, il motore di ricerca e la SEO offre maggiori probabilità di attirare più prenotazioni dirette. È un aspetto importante, considerando che i siti di terzi che usi vivranno un declino con l’avvento della sharing economy.
  8. Usa la tecnologia per aumentare i ricavi dei servizi in loco. I viaggiatori corporate a volte non hanno tempo di occuparsi della propria salute. La tecnologia può dare una mano grazie a sistemi come i letti connessi che misurano la frequenza cardiaca del cliente, l’umore e i livelli di energia. Oltre a questo, gli hotel possono offrire altri servizi utili come palestre, spa, massaggi o yoga.
  9. Punta in alto. Mira all’azienda intera, piuttosto che al singolo viaggiatore. Cerca di sviluppare un rapporto con tutta l’azienda, invece del singolo viaggiatore business. Se un’azienda ha impegni frequenti nella tua zona, puoi prendere in considerazione l’idea di aprire un account corporate e costruire un programma fedeltà specifico. È importante essere flessibili in questo campo, perché alcune aziende preferiscono pagare direttamente, mentre altre fanno pagare il proprio dipendente per poi rimborsare successivamente.
  10. Offri servizi agli ospiti corporate attraverso e-mail mirate. Le e-mail mirate sono molto efficaci. E-mail generiche, con promozioni che possono andare bene a un ospite leisure, non hanno la stessa utilità per i viaggiatori business. È molto più utile chiedere loro se hanno bisogno di una sala riunioni, di una navetta per l’aeroporto o di una prenotazione al ristorante. 
  11.  Aggiungi una pagina sui servizi business sul tuo sito Internet. Gli spazi di lavoro ben attrezzati sono fondamentali, così come le prese di corrente, i tavoli, le stampanti e altri servizi. Può essere utile anche aggiungere una pagina “Servizi business” sul proprio sito Internet.

  12. Usa la pubblicità per aumentare l’occupazione infrasettimanale. Inserisci annunci pubblicitari mirati sui siti internet di agenzie di viaggio online per incrementare le prenotazioni nei periodi più inattivi come a metà settimana. Scopri di più sulle prenotazioni infrasettimanali qui. (Fonte Siteminder.com) 

Se vuoi  approfondire i temi trattati con un nostro hotel sales manager 
Scrivi qui la tua richiesta